Stanza dipinta ad architettura e vasi di fiori

45CE Stanza dipinta ad architettura e vasi di fiori (5)

 

La piccola sala denominata “Stanza dipinta ad architettura e vasi di fiori” presenta moduli decorativi parzialmente ripetitivi e mantiene la medesima impostazione degli ambienti ad essa limitrofi. Rispetto a questi, tuttavia, il presente ambiente si caratterizza per elementi dipinti più semplici, che hanno fatto avanzare l’ipotesi che la sala venisse utilizzata solo come passaggio e che vi si fosse volutamente ricercato un profilo più austero nelle decorazioni per stupire ospiti e visitatori con lo splendore delle sale attigue.

Continua
L’apparato decorativo di questa stanza, dunque, doveva in qualche modo preparare il nobile pubblico ammesso a quest’ala del palazzo all’ingresso nei sontuosi ambienti circostanti che non potevano dunque essere troppe volte visivamente sollecitati.
Qui la celebre famiglia di quadraturisti lombardi Mariani divise ancora una volta le pareti della stanza in specchiature con vasti cartigli decorativi e nicchie ornate da vasi di fiori, alternate da lesene ioniche con capitelli antropomorfi. Questa fascia decorativa centrale poggia su un alto zoccolo a riquadri ed è sormontata da un fregio con metope, festoni, cartigli e mascheroni dall’ampio fogliame.